Sequestrate 200 tonnellate rifiuti

In capannone di Torino, carabinieri Noe denunciano sessantenne

(ANSA) - TORINO, 26 MAR - I carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico (Noe) di Torino hanno sequestrato un capannone di 1.700 metri quadrati contenente oltre 200 tonnellate di rifiuti di diversa provenienza. Il titolare, un torinese di 60 anni, è stato denunciato per gestione illecita di rifiuti e attività di gestione dei rifiuti in violazione delle prescrizioni in autorizzazione. L'area è stata posta sotto sequestro.
    L'operazione dei militari dell'Arma, agli ordini del capitano Vittorio Balbo, nell'ambito delle verifiche ambientali effettuate periodicamente presso le aziende attive nel trattamento rifiuti.
    Nel capannone, alla periferia di Torino, erano stipati fino al tetto rifiuti di vario genere, tra cui macerie, plastica, parti di autovetture, mobilio, filtri olio, lane minerali e numerosi big-bag contenenti rifiuti classificati come pericolosi. Una vera e propria discarica abusiva, nella quale i rifiuti venivano stipati all'inverosimile con grave rischio per l'ambiente.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA