Killer di Carmagnola, moglie in carcere

Condannata è definitiva. La vittima fu tagliata pezzi e bruciata

(ANSA) - TORINO, 24 MAR - Tredici anni dopo il delitto di Alessandro Collura, 20 anni, ucciso a colpi di pistola, fatto a pezzi e bruciato nel forno di una cascina di Carmagnola, è stata arrestata Monica Scaglia, 49 anni, moglie del suo killer. I carabinieri hanno eseguito la sentenza, passata in giudicato, a sei anni e otto mesi per concorso anomalo in omicidio.
    In carcere prima di lei è finito il marito Loris Cometto, piastrellista, che sta scontando una condanna definitiva a 30 anni. I processi (per la donna in tutto sette) hanno accertato che il delitto era legata al traffico di droga.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA