Sequestrate baracche Rignano Garganico

Sospetto caporalato, concessa facoltà d'uso ai migranti

(ANSA) - FOGGIA, 23 MAR - Agenti della questura di Foggia, carabinieri e uomini del Corpo forestale dello Stato stanno eseguendo un provvedimento di sequestro della baraccopoli di Rignano Garganico, più nota come il 'ghetto', dove alloggiano centinaia di migranti impegnati nel lavoro nei campi. Il decreto di sequestro probatorio con facoltà d'uso è stato emesso dalla Dda (Direzione distrettuale antimafia) di Bari, allo scopo di far luce su tutte le dinamiche relative a presunti fenomeni di caporalato all'interno del campo. Circa 300 le persone che sono state accompagnate in Questura per l'identificazione. Il 15 febbraio scorso gran parte delle baracche fatiscenti in cui alloggiavano da alcuni anni circa 200 persone di varia nazionalità è andata distrutta a causa di un incendio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA