Tangenti Petruzzelli, forniture sospette

Ascoltati imprenditori che avrebbero confermato mazzette

(ANSA) - BARI, 22 MAR - Almeno tre imprenditori baresi sono stati convocati nei giorni scorsi dalla Procura di Bari come persone informate dei fatti nell'ambito dell'inchiesta su presunti appalti truccati al teatro Petruzzelli. Avrebbero confermato il sistema di mazzette in cambio di forniture.
    Destinatario di denaro e regali sarebbe ancora una volta l'ex direttore amministrativo del teatro, Vito Longo, agli arresti domiciliari per corruzione dallo scorso 12 gennaio.
    Su questi ulteriori accertamenti che potrebbero portare a nuove iscrizioni nel registro degli indagati (al momento sono cinque, Longo e quattro imprenditori), inquirenti e investigatori baresi mantengono il massimo riserbo. Le forniture su cui starebbero arrivando significative ammissioni di irregolarità, rientrerebbero nelle cosiddette 'spese di rappresentanza' del teatro, e risalgono ad un periodo precedente a quello contestato con gli arresti. Si tratterebbe, cioè, di forniture e servizi, in gran parte cibi e bevande, destinati al teatro negli ultimi due anni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA