• Champions League: Italia anno zero in Europa, addio sorpasso

Champions League: Italia anno zero in Europa, addio sorpasso

Nessuna squadra in quarti Coppe europee: non succedeva da 15 anni

Doveva essere l'anno della riscossa, la stagione dell'assalto al terzo posto nel ranking Uefa che, dalla stagione 2017-2018, vorrebbe dire tornare ad avere quattro squadre in Champions League. Invece si è trasformato nell'anno zero. Dopo l'uscita di scena della Juventus ieri sera in Champions League, oggi è stato il turno della Lazio salutare l'Europa League e con essa anche l'ultima occasione stagionale per lasciare una squadra italiana ancora in lizza per uno dei due trofei continentali. Il calcio del paese 4 volte campione del mondo non avrà quindi rappresentanti nei quarti di finale delle due coppe europee: non succedeva da 15 anni. L'ultima volta senza italiane era stata nella stagione 2000-2001, quando Parma e Inter non superarono gli ottavi dell'allora Coppa Uefa e Milan e Lazio si fermarono alla seconda fase a gironi prevista dalla vecchia formula della Champions. La doppia eliminazione di oggi, che va ad aggiungersi a quella della Roma dell'8 marzo, complica ancora di più la corsa dell'Italia al 'podio' del ranking Uefa che vale un posto in più nella tavola Champions. L'Italia puntava al terzo posto occupato dall'Inghilterra: ma l'ultimo aggiornamento Uefa di fine febbraio, prima dell'esito degli ottavi Champions-Europa League, dopo i risultati delle ultime 24 ore, aumenta le distanze invece di ridurle trasformando l'ipotesi sorpasso una sorta di 'mission impossible'. Grazie alla qualificazione agli ottavi di Europa League di Liverpool, United e Tottenham, l'Inghilterra vantava 73.909 punti, mentre l'Italia era staccata di oltre 3 lunghezze ( quarta a 70.272) dopo le eliminazioni di Fiorentina e Napoli, e adesso della Lazio, aumenterà ancora visto che nel derby britannico Liverpool-Man United una comunque andrà avanti. Cinque i Paesi rappresentati in Champions (Spagna, Portogallo, Germania, Francia, Inghilterra), dove l'Italia è forse riuscita a fare peggio del 2013, quando nella massima competizione continentale portò una sola squadra agli ottavi (il bottino più magro dal 1999). Nella formula a gironi (con ottavi dal 2004, con doppio turno e poi quarti negli anni precedenti), il calcio italiano aveva sempre portato almeno 2 squadre, se non 3, alla seconda fase.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA