Regeni:indagini su scomparsa egiziano

Non ci sono elementi per legare sparizione a fatti criminali

(ANSA) - ROMA, 16 MAR - La procura di Roma sta indagando dallo scorso ottobre sulla scomparsa dell'egiziano Adel Meawwad Heikal, 49 anni, avvenuta nella capitale e della quale ha fatto cenno il presidente dell'Egitto Abd Al-Fattah Al Sisi. Dagli accertamenti finora eseguiti, secondo indiscrezioni, non sono emersi elementi per collegare la scomparsa dell'uomo a fatti criminali. Titolare di un autolavaggio nel quartiere Aurelio dismesso nell'estate dello scorso anno, Heikal, con moglie e figlio residenti in Egitto, scomparve la notte tra il 4 ed il 5 ottobre 2015 dopo aver disdetto il contratto di affitto della stanza che occupava e dopo aver prelevato 1.100 euro dal bancomat. Prima di sparire nel nulla, l'uomo aveva trascorso la serata in compagnia di un connazionale. Sia quest'ultimo, sia il figlio di Heikel, sentiti in Procura, non hanno fornito alcun elemento utile per fare luce sul caso. Così come non sono emerse circostanze utili dall'esame dei tabulati telefonici e dall'ispezione della stanza che aveva in locazione.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA