Processo riciclaggio,anche Bank of China

Inchiesta su 4 mld usciti da Italia con money transfer

(ANSA) - FIRENZE, 16 MAR - E' durato oltre un'ora l'appello per l'udienza preliminare del maxi processo per riciclaggio che si apre oggi a Firenze e vede imputati 299 persone, quasi tutti di origine orientale. Anche la Bank of China chiamata a rispondere ai sensi della legge 231 sulla responsabilità amministrativa. Secondo l'inchiesta condotta dalla Guardia di finanza circa 4 miliardi di euro sarebbero 'sfuggiti' al fisco e alla normativa dell'antiriciclaggio grazie ai trasferimenti effettuati in Cina attraverso negozi di 'money transfer'.
    La banca cinese è chiamata a rispondere sulla responsabilità amministrativa perché secondo l'accusa non avrebbe segnalato le operazioni sospette: imputati sono anche 4 suoi dirigenti, all'epoca dei fatti della succursale di Milano per l'Italia. I reati contestati, a vario titolo, vanno dall'associazione a delinquere al riciclaggio, dal trasferimento illecito all'estero di denaro all'evasione fiscale. Una ventina di imputati hanno anche l'aggravante di mafia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA