Bancarotta imprese livornesi, 3 arresti

'Giro' aziende-cooperative per costruzione case, 26 mln debiti

(ANSA) - LIVORNO, 15 MAR - Tre persone, tutte livornesi, sono state arrestate dalla guardia di finanza in esecuzione a un'ordinanza del gip di Livorno, con l'accusa di associazione a per delinquere finalizzata alla bancarotta fraudolenta relativa a un gruppo imprenditoriale composto da 7 imprese che ha accumulato una situazione debitoria di oltre 26 milioni di euro.
    I tre sono agli arresti domiciliari. Nel corso dell'indagine sono stati denunciate altri quattro persone, estranee all'associazione, di cui tre parenti di due degli arrestati, che venivano utilizzati come amministratori o soci delle società coinvolte nell'inchiesta.
    L'indagine, diretta dal pm Daniele Rosa, è partita nel 2015 a seguito di alcune denunce di cittadini, e si è concentrata su un gruppo imprenditoriale di fatto, costituito da 7 imprese, tra cui 4 cooperative, che hanno avuto un ruolo di rilievo nella costruzione del quartiere Borgo di Magrignano a Livorno e di un pregevole complesso di villette a Montenero.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA