Killer Giardiello in altro processo

Strage quasi un anno fa, imputato per violazione di domicilio

(ANSA) - MILANO, 14 MAR - A quasi un anno di distanza dalla strage nel Palazzo di Giustizia di Milano, con tre vittime, tra cui un giudice e un avvocato, e due feriti, l' immobiliarista-killer Claudio Giardiello è tornato in Tribunale per un processo che lo vede imputato per violazione di domicilio in seguito ad una lite che ebbe nel 2012 con un suo avvocato dell'epoca.
    Giardiello è stato chiuso nella gabbia dell'aula dell'Ottava Sezione penale, controllato dalle guardie penitenziarie, visibilmente dimagrito e vestito con una giacca. Il 9 aprile del 2015 l'immobiliarista nell'aula della Seconda Sezione penale, sempre al terzo piano del Tribunale, sparò ed uccise l'avvocato Lorenzo Claris Appiani e il coimputato Giorgio Erba. Poi scese al secondo piano e ammazzò il giudice Ferdinando Ciampi che si era occupato del suo fallimento. Per questa strage Giardiello è sotto processo con rito abbreviato a Brescia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA