Valanga Valle Aurina: salita impegnativa tipica di stagione

Il Monte Nevoso in Valle Aurina, dove si è staccata la valanga che ha provocato almeno quattro morti, è una meta sci-alpinistica considerata piuttosto difficile, molto frequentata alla fine della stagione, poco prima dell'inizio della primavera. L'escursione parte a riva di Tures a quota 1600. Dopo una salita che normalmente viene fatta con i ramponi da sci, si giunge a quota 1800, fino a raggiungere una conca pianeggiante che conduce direttamente alla vallata che si estende ai piedi del Monte Nevoso, del quale da qui si può vedere la vetta. Man mano, l'escursione si fa sempre più difficile, con una cresta finale che non solo richiede l'assoluta assenza di vertigini ed un passo sicuro, ma anche la certezza delle condizioni di sicurezza del manto nevoso, qui molto ripido ed esposto agli elementi, tra i quali il vento che talvolta può soffiare con raffiche molto violente. La vetta del Monte Nevoso si trova a 3358 metri di altitudine, con una vista mozzafiato sulle vedrette di Ries, con il Collalto ed il Collaspro, oltre alle numerose vette da tremila metri che si estende tutt'intorno. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA