Processo contabile, 87 mln per Civis

Ex sindaco Guazzaloca e vertici dell'azienda di trasporti

(ANSA) - BOLOGNA, 10 MAR - E' di 87,2 milioni il danno da omessa realizzazione del Civis, il tram su gomma a guida ottica mai entrato in funzione a Bologna. A calcolarlo è stata la Procura regionale della Corte dei Conti che ne chiede conto all'ex sindaco Giorgio Guazzaloca, all'ex presidente della società di trasporti Atc Maurizio Agostini e agli ex consiglieri Claudio Comani e Paolo Vestrucci. Per i quattro è iniziato negli scorsi mesi il processo contabile e a loro è stato aggiunto, dopo un supplemento di indagine, anche il successore di Agostini, Francesco Sutti. Il sostituto procuratore generale Marcello Iacubino ha formulato nei suoi confronti una atto di citazione integrativo, vistato dal procuratore generale Salvatore Pilato, chiedendo che i due procedimenti vengano riuniti.
    Secondo i Pm contabili Guazzaloca e Agostini sono responsabili di un danno risarcibile fino a 6 milioni ciascuno, Comani e Sutti fino a 5 milioni, Vestrucci fino a 3. Al centro dell'inchiesta c'è la procedura di appalto conclusa nel 2004.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA