Amazon sotto accusa per evasione fiscale

A un mese da contenzioso con Apple fruttato 318 milioni

(ANSA) - MILANO, 9 MAR - Un mese dopo il caso Apple, che ha chiuso un contenzioso con il Fisco con un assegno da 318 milioni di euro, un altro 'verbale di accertamento' da 300 milioni è stato inviato dal Nucleo di Polizia tributaria di Milano a Google, con "cinque manager che ora rischiano il processo per frode fiscale in attesa che la procedura amministrativa faccia il suo corso". Lo riporta stamani La Repubblica.
    "L'iscrizione dei primi indagati è avvenuta nei giorni scorsi da parte del dipartimento contro i reati societari guidato dal procuratore aggiunto milanese Francesco Greco. Dalle pochissime indiscrezioni che trapelano i primi indagati sarebbero i responsabili legali di filiali europee dello stesso colosso (Amazon, ndR) a stelle e strisce".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA