Borseggiatrici 'in rosa' nel crotonese

Bloccate da Cc. In due casi colpiti esercizi di loro parenti

(ANSA) - CROTONE, 8 MAR - Fingendosi clienti sfilavano i portafogli dalle borse delle vittime - tutte donne - dopo averle distratte: questo il modus operandi di un terzetto di ladre specializzate in borseggi nei negozi di lingerie, boutique di moda, gioiellerie e parrucchiere della provincia di Crotone fermate dai Carabinieri del Comando provinciale locale. Con l'accusa di concorso in furto aggravato due donne sono state poste agli arresti domiciliari, Desirèe Sculco, di 37 anni, di Torre Melissa, e Francesca Barone (44), di Cirò Marina, ma domiciliata a San Pietro Apostolo, ed una terza è stata sottoposta all'obbligo della presentazione alla polizia giudiziaria, R.B. di 35 anni, di Cirò Marina, ma domiciliata a Melfi. Le tre sono accusate di quattro furti compiuti uno a Torre Melissa, due a Cirò Marina e uno a Crotone. Nel caso dei furti a Cirò, le vittime sono parenti di due delle indagate.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA