Banda multietnica gestiva filiera falso

Merce nascosta in un caveau in centro a Genova

(ANSA) - GENOVA, 8 MAR - La Guardia di finanza di Genova ha smantellato un'organizzazione multietnica che gestiva una vera e propria filiera del falso in grado di realizzare merce contraffatta da smerciare nel mercato clandestino di Genova, nella Riviera ligure e del bresciano. Indagate 21 persone e arrestato un ragazzo senegalese. Identificati anche alcuni italiani e cinesi residenti in Lombardia. L'indagine ha permesso di scovare anche un laboratorio nel centro storico di Genova dove, in una sorta di 'caveau' venivano stoccati gli articoli contraffatti. All'interno del caveau è stata trovata merce griffata fasulla del valore di svariate migliaia di euro. L'indagine è stata avviata dai militari dei baschi verdi nel 2013 e si è conclusa nei giorni scorsi con gli avvisi di garanzia. Ogni indagato aveva un compito preciso: gli italiani erano i tornitori che creavano le minuterie in metallo, i cinesi clonavano griffe e etichette mentre i senegalesi erano i sarti che assemblavano marchi e merce e la distribuivano.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA