Renzi, imminente rientro italiani rapiti

Calcagno e Pollicardo al telefono con le famiglie, stiamo bene

(ANSA) - ROMA, 5 MAR - Stanno bene e non vedono l'ora di riabbracciare le rispettive famiglie i due tecnici italiani rapiti in Libia e liberati ieri, Gino Pollicardo e Filippo Calcagno. Il premier Renzi ha fatto sapere che "stanno rientrando in Italia in queste ore". I due hanno parlato intanto al telefono con i familiari. "State tranquilli, torno presto", ha detto Filippo Calcagno, 65 anni, ai parenti che l'attendono a Piazza Armerina (Enna). "E' provato, ma lui è una roccia, culturalmente aperto ed è molto forte", ha raccontato la sorella Brunella. "Per noi è un nuovo giorno - ha riferito la nuora Ivana - ma la nostra è una felicità spezzata perché il nostro pensiero costantemente va alle famiglie dei due colleghi di Filippo che non potranno riabbracciare i loro cari". "Non piangete più - sono state invece le prime parole di Pollicardo alla moglie e al figlio a Monterosso (La Spezia)- sto bene e sarò presto a casa". E alla figlia:"quando torno facciamo una grande festa per i tuoi 18 anni".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA