Cocaina tagliata male, è aggravante

Condanna a oltre sette anni per 100 grammi di coca

(ANSA) - GENOVA, 2 MAR - Tagliare la cocaina con il levamisolo cloridrato, sostanza ritirata dal commercio perché dannosa per l'uomo e usata solo in ambito veterinario, è una aggravante. Lo ha stabilito il gup Nicoletta Bolelli che ha condannato a sette anni e 4 mesi un cinquantenne genovese, arrestato lo scorso maggio con 100 grammi di cocaina nascosti nelle mutande.
    Il pm Federico Manotti aveva chiesto 10 anni. L'uomo era stato fermato al casello di Genova Ovest e nel corso della perquisizione gli agenti gli avevano trovato addosso lo stupefacente. La droga era stata fatta analizzare ed era emerso che la coca era stata tagliata col levamisolo. Nel 2009 il dipartimento delle politiche antidroga della presidenza del Consiglio dei ministri aveva lanciato un'allerta affermando che questo tipo di sostanza ha effetti deleteri perché riduce i globuli bianchi aumentando il pericolo di infezioni. Così mischiata, risulta accentuata la potenzialità lesiva nei confronti di chi la consuma.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA