Assalto milionario a caveau Mondialpol

Indagini delle forze ordine da Sassari estese a tutta l'Isola

(ANSA) - SASSARI, 1 MAR - I componenti del commando armato che ieri sera ha assaltato la sede della Mondialpol, l'istituto di vigilanza di Caniga, vicino alla Motorizzazione civile a Sassari, erano una decina e sono sardi, conoscono la piantina dell'edificio e i cambi di turno, e sapevano che nei paraggi avrebbero trovato la benna con cui sfondare il muro di cinta e fare irruzione. Ma soprattutto sapevano che alla Mondialpol avrebbero trovato tanto denaro, si parla di alcuni mln di euro.
    Sono entrati in azione con una organizzazione militare, hanno buttato giù la recinzione, hanno aperto il fuoco, hanno portato via i soldi, ancora non è stata fatta una stima precisa, hanno dato fuoco all'auto usata per trasportare le armi e sono fuggiti a bordo del furgoncino lasciato acceso durante tutta l'operazione. È la ricostruzione cui sono giunti gli investigatori della Squadra mobile di Sassari che indagano con carabinieri e guardia di finanza. In Sardegna è scattata la caccia ai malviventi, con diversi posti di blocco e perquisizioni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA