Fidanzata Defilippi in Procura

Giovane marocchina rientrata da estero, non è indagata

(ANSA) - TORINO, 29 FEB - I carabinieri stanno ascoltando in procura a Ivrea la fidanzata di Gabriele Defilippi. La giovane, una marocchina di 20 anni, era andata in patria qualche giorno dopo l'omicidio ed è tornata in Italia ieri. La giovane si è presentata spontaneamente.
    L'interrogatorio, tenuto dal procuratore di Ivrea, Giuseppe Ferrando, e dal capo del nucleo investigativo dei carabinieri di Torino, Domenico Mascoli, sta avvenendo senza la presenza di un avvocato. La giovane non è indagata ma viene ascoltata come persona informata sui fatti.
    Gli investigatori vogliono appurare se ci siano altre persone coinvolte nella truffa da 187 mila euro nei confronti di Gloria Rosboch, l'insegnante di Castellamonte per il cui omicidio Defilippi è in carcere con la madre, Caterina Abbattista, e l'amante-complice Roberto Obert. L'inchiesta per la truffa, inizialmente aperta dalla procura di Torino, è stata formalmente unificata a quella sull'omicidio ed è quindi passata dalla procura di Torino a quella di Ivrea.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA