Elena Ceste: marito accusato aggressione

Vittima una giornalista che gli chiese un'intervista

(ANSA) - ASTI, 29 FEB - Michele Buoninconti, condannato in primo grado a 30 anni di carcere per l'omicidio della moglie Elena Ceste, è tornato in tribunale ad Asti. Davanti al giudice Federico Belli, deve rispondere di lesioni personali e minacce a una giornalista che gli richiese un'intervista a Govone (Cuneo).
    Buoninconti è difeso da Enrico Scolari. Assente la parte civile.
    La donna fu minacciata con un bastone e le venne procurata una lesione a una gamba giudicata guaribile in tre giorni.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA