Morti Lugo: pm, ergastolo per infermiera

E' accusata di aver ucciso una paziente con iniezione potassio

(ANSA) - RAVENNA, 26 FEB - Ergastolo più isolamento diurno per un anno e mezzo. E' quanto, al termine della sua requisitoria durata quasi cinque ore, ha chiesto il Pm Angela Scorza per Daniela Poggiali, la 44enne ex infermiera dell'ospedale 'Umberto I' di Lugo, nel ravennate, accusata di avere ucciso una sua paziente, la 78enne Rosa Calderoni, iniettandole la mattina dell'8 aprile 2014 due fiale di potassio. Il Pm ha collocato quel momento tra le 8.15 e le 8.20 quando l'imputata è entrata nella stanza e ha fatto uscire la figlia della paziente rimanendo sola con lei per una decina di minuti. Per il Pm, l'infermiera ha poi tentato di depistare gli eventuali sospetti su di lei prima consegnando al laboratorio una fiala di sangue che non era della paziente alla quale, visto il repentino aggravarsi delle condizioni cliniche, era stato prelevato alle 9.05 (altrimenti il potassio iniettato da così poco si sarebbe visto). Poi, dopo che la 78enne alle 9.40 era morta, ha scambiato l'ago del suo deflussore con quello di un altro paziente.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA