A Roma la via Crucis per le donne vittime di violenza

Organizzata dalla Comunità Papa Giovanni XXIII

A Roma la Via crucis per le "donne crocifisse", vittime della tratta sessuale. Preghiere, testimonianze, riflessioni", organizzata dalla Comunità Papa Giovanni XXIII in collaborazione con l'ufficio Vocazioni della Diocesi di Roma.

FOTO di ANGELO CARCONI

"Anche quest'anno la Cisl aderisce all'iniziativa "Per le Donne Crocifisse"dichiara in una nota la Segretaria Generale della Cisl Annamaria Furlan

"Il fenomeno della tratta rappresenta una sfida a livello globale. Secondo i dati dell'Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo) e dell'ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine (Unodc) le vittime della tratta nel mondo sarebbero circa 21 milioni, per un giro d'affari pari a 32 miliardi di dollari l'anno. Lo sfruttamento a fini sessuali resta la principale causa di trafficking a livello globale ma negli ultimi anni è cresciuta in maniera significativa la 'tratta' ai fini di sfruttamento lavorativo (40%). Circa un terzo delle vittime sono minori e tra questi, due su tre, risultano essere bambine. Per la Cisl tutto ciò è una inaccettabile minaccia per la pace, la sicurezza e la democrazia. Ecco perché da tempo la Confederazione, attraverso il nostro Coordinamento Nazionale Donne, ha dato vita ad una campagna di sensibilizzazione rivolta al mondo del lavoro, alla società ed alle Istituzioni, sfociata nel 2009 nella "Piattaforma sulla prevenzione della violenza sulle donne ed i minori" cui è seguita nel 2012 un' Intesa unitaria e mirata sul lavoro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA