Poliziotto ucciso: omicida, "non volevo"

Cagliari, per cognato vittima solo brevi dichiarazioni

(ANSA) - CAGLIARI, 23 FEB - "Non sapevo fosse mio cognato, non volevo ucciderlo, era una bravissima persona". Così Giampriamo Piras, 58 anni, accusato di aver ucciso il fratello di sua moglie, l'ispettore di Polizia Maurilio Vargiu, 51 anni, sabato scorso a Soleminis (Cagliari), questa mattina davanti al Gip.
    L'omicida, difeso dall'avvocato Stefano Pisanu, si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma ha comunque deciso di rilasciare brevi dichiarazioni spontanee. Il Gip Ermengarda Ferrarese ha disposto per domani il conferimento dell'incarico per la perizia psichiatrica. Nel frattempo Piras resterà in custodia cautelare in una struttura di cura e non in carcere. Il poliziotto ucciso sabato mattina avrebbe cercato di fermare il cognato che voleva suicidarsi, finendo con l'essere raggiunto dalla fucilata mortale al volto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA