Colpo alla Scu, 27 persone arrestate

Anche donne capoclan e pizzini per affiliazioni

(ANSA) - BRINDISI, 23 FEB - Donne capoclan, pizzini per le affiliazioni e una serie di volti nuovi nella compagine della organizzazione di tipo mafioso Sacra corona unita pugliese: è quanto ritengono di aver scoperto gli agenti della Squadra mobile della questura Brindisi che hanno eseguito in tutt'Italia 27 ordinanze cautelari per associazione mafiosa, estorsioni, danneggiamenti, detenzione di armi. In tutto sono 34 le persone indagate: per la gran parte di loro si tratta della prima contestazione per reati di mafia. La polizia ha proceduto inoltre al sequestro preventivo di beni mobili e immobili, del valore di svariate centinaia di migliaia di euro. I provvedimenti restrittivi sono stati richiesti dai pm della Dda di Lecce Alberto Santacatterina e Valeria Farina Valaori e disposti dal gip Antonia Martalò.
    Le indagini, avviate nel 2013 e incentrate sul clan 'Pasimeni-Vicentino' e sulle sue articolazioni a Brindisi, hanno consentito di ricostruire le attività e gli interessi della Scu e l'attività di reclutamento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA