Morte avvocato: avv. sorella,no omicidio

Marzia Corini, accusata di omicidio non ha risposto al giudice

(ANSA) - LA SPEZIA, 18 FEB - "L'accusa è totalmente respinta, nessun omicidio". Così l'avvocato Anna Francini, che difende Marzia Corini, medico anestesista, accusata di aver ucciso il fratello, l'avvocato Marco Valerio, amico e legale di Gianluigi Buffon, con una iniezione di sedativi. L'uomo, 51 anni, era gravemente malato di cancro. Il legale è critico con le intercettazioni che hanno portato all'arresto (è ai domiciliari) della sua assistita: "Sono uno strumento pericolosissimo, le estrapolazioni in contesti più ampi fanno sì che chi le legge possa non calarle nella realtà". Marzia, che non ha risposto al gip, è accusata di omicidio volontario aggravato e di falso in testamento in concorso con l'avvocato Giuliana Feliciani, indagata anche per circonvenzione d'incapace. "Sono distrutta", ha detto Marzia. Per l'accusa, Marzia avrebbe distrutto il testamento del fratello e gliene avrebbe fatto firmare uno a lei vantaggioso. L'avvocato è morto il giorno in cui avrebbe dovuto incontrare un notaio perché aveva dubbi sul testamento

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA