Castelfrigo, tensione e intervento Ps

Per sindacati intervento 'inaccettabile su richiesta padroni'

(ANSA) - MODENA, 15 FEB - Tensione alla Castelfrigo di Castelnuovo Rangone (Modena), azienda di lavorazione carni davanti a cui c'è da giorni un presidio di lavoratori delle cooperative 'Ilia' e 'Work Service', operanti nella sede, che rivendicano più tutele contrattuali. La polizia ha scortato i dipendenti che entravano in azienda avendo deciso di non scioperare e ci sono stati momenti di contestazione. Il deputato Giovanni Paglia di Sinistra Italiana era presente al presidio e ha presentato un'interrogazione al ministro del Lavoro dopo la rottura delle trattative alla Castelfrigo.
    Per Paglia il presidio si è trasformato in blocco "a causa dell'assenza di risposte da parte di Castelfrigo, che deve di fatto intendersi come effettiva responsabile delle condizioni di lavoro nel suo stabilimento". Dura la Cgil, secondo cui "alla richiesta di diritti si risponde con le provocazioni dei vigilantes". Il sindacato critica anche "l'intervento inaccettabile, fatto su richiesta dei padroni della Castelfrigo, da parte della polizia".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA