Bullismo, serve psicologo nelle scuole

Lo propone Ordine psicologi della Sardegna dopo caso a Nuoro

(ANSA) - CAGLIARI, 15 FEB - Contro l'aumento del fenomeno del bullismo, anche fra i giovanissimi, è indispensabile la presenza dello psicologo a scuola. È il messaggio lanciato dall'ordine degli psicologi della Sardegna dopo l'ultimo fatto eclatante registrato a Nuoro, dove una ragazzina di 12 anni è caduta nella rete di decine di bulli che l'hanno perseguitata per quasi un anno, "Porti iella", le dicevano incontrandola.
    "L'aumento di preoccupanti episodi di comportamenti persecutori condivisi ed estesi, come dimostra la recente vicenda di Nuoro, richiede - spiega la presidente dell'Ordine Angela Quaquero - un'azione coordinata e di tipo nuovo, anche rispetto agli interventi, certo importanti, fin qui avviati".
    "Riteniamo - ed è questa la proposta - che sia indispensabile cominciare a pensare allo psicologo nella scuola come ad una figura professionale stabile e necessaria nella quotidianità, anche nella scuola primaria".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA