Trovato cadavere, madre accusa figlio

Corpo trovato nel Grossetano, anziana scomparve nel 2013

(ANSA) - PIACENZA, 12 FEB - Una nuova versione nelle indagini per l'omicidio di Giuseppina Pierini, la 63enne scomparsa nel luglio 2013 in provincia di Piacenza, il cui cadavere è stato trovato dai carabinieri a novembre in un casolare del Grossetano: la figlia della vittima, Maria Grazia Guidoni di 45 anni, ha deciso di parlare con gli inquirenti accusando del delitto il figlio 22enne. La donna, in carcere per omicidio volontario premeditato e aggravato, ha indicato il figlio, Gino Laurini, indagato a piede libero, come l'autore materiale del delitto. Di fatto l'esatto contrario di quanto sostenuto fino ad oggi dal giovane, che aveva confessato ai carabinieri di avere soltanto aiutato la madre ad uccidere, per motivi economici, la 63enne, e di aver collaborato con lei soltanto nell'occultamento del cadavere.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA