Satragni-Usl, proroga su quota pazienti

Dopo revoca convenzione perché non aveva 300 assistiti

(ANSA) - AOSTA, 12 FEB - Avrà tempo fino al 31 dicembre prossimo per raggiungere la quota di 300 pazienti prevista dalla normativa. E' l'accordo raggiunto questa mattina, in Tribunale, tra la dottoressa Ada Satragni - il medico-psichiatra che intervenne per primo sul luogo del delitto di Cogne e che diagnosticò al piccolo Samuele un possibile aneurisma cerebrale - e l'Usl della Valle d'Aosta. L'azienda sanitaria aveva revocato la convenzione con il medico - in servizio a Cogne - in quanto non aveva abbastanza pazienti (275 su un minimo previsto di 300).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA