Gdf scopre a Torino frode fiscale 550 ml

Coinvolte cinque società, denunciate quattro persone

(ANSA) - TORINO, 11 FEB - La Guardia di Finanza di Torino ha scoperto una frode fiscale da 550 milioni di euro messa a punto da cinque società piemontesi operanti nel settore dei materiali ferrosi. L'operazione ha portato al sequestro "per equivalente" di beni per un valore complessivo di 86 milioni di euro.
    Ulteriori accertamenti sulle aziende coinvolte, tutte nel frattempo avviate verso la liquidazione, hanno consentito alla Fiamme Gialle di proporre il recupero fiscale su una base imponibile di 550 milioni di euro e un'Iva dovuta superiore ai 110 milioni di euro.
    La frode fiscale era stata messa a punto nel periodo tra il 2006 e il 2012. Attraverso un complesso sistema di false fatturazioni, avvalendosi di prestanome, le società ottenevano rimborsi dell'Iva senza averla mai pagata e vendevano merce inesistente. Quattro persone sono state denunciate.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA