Ritrovata piastrina militare disperso

Sabato la consegna ai figli dell'uomo in Comune a Predappio

(ANSA) - PREDAPPIO (FORLI'-CESENA), 10 FEB - Torna a casa, a Predappio, la piastrina dell'artigliere Caporal Maggiore Giacomo Valmori, disperso in Russia nel 1943, durante la seconda guerra mondiale.
    Per sabato prossimo è in programma una cerimonia, alle 10, nella sala del Consiglio Comunale: alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni e delle Associazioni combattentistiche e d'Arma, il sindaco Giorgio Frassineti consegnerà nelle mani di Giovanna e Laura Valmori la piastrina militare del loro padre.
    Giacomo Valmori era nato a Predappio il 14 novembre 1913: imbianchino, decoratore e pittore, fu richiamato alle armi nell'agosto '42. Morì il 28 marzo '43, nel campo di prigionia numero 56 Uciostoje presso la città di Tambov, nella Russia sud occidentale.
    La sua piastrina è stata trovata e recuperata dai predappiesi Amerigo Camugnani, Fiorenzo Guidi ed Enrico Panzavolta con una ricerca on-line, da tempo avviata per recuperare tracce e indizi sui soldati locali - una trentina di predappiesi - dispersi in Russia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA