Operai Saras, da Landini 25 mila euro

E' il risarcimento riconosciuto a Cgil parte civile al processo

(ANSA) - CAGLIARI, 9 FEB - Dalle casse del sindacato a quelle del Comune di Villa San Pietro: un assegno da 25 mila euro è stato consegnato nel pomeriggio dal leader della Fiom Maurizio Landini nelle mani del sindaco Marina Madeddu. Si tratta di ciò che il sindacato ha ricavato dalla costituzione di parte civile nel processo per l'incidente negli impianti della Saras di Sarroch che il 26 maggio 2009 causò la morte di tre operai, Bruno Muntoni, Gigi Solinas e Daniele Melis, tutti di Villa San Pietro, paese vicino agli impianti della raffineria. "Questo - ha sottolineato Landini - è un modo per riaffermare il ruolo del sindacato a favore dei diritti delle persone e per ricordare che si continua a morire sul posto di lavoro, una cosa inaccettabile". La Fiom ha scelto di devolvere l'assegno per i lavori di insonorizzazione di una sala di registrazione nel centro sociale di Villa San Pietro, all'interno del Parco realizzato proprio dalla Saras in occasione del primo anniversario della morte dei tre operai.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA