Ex Prima Linea visita carcere, polemiche

Sindacato agenti, mettere limite. Istituto pena difende scelta

(ANSA) - TORINO, 9 FEB - Visita nel carcere di Torino, dove fu detenuta negli anni '80 e '90 con l'accusa di terrorismo, per l'ex Prima Linea Liliana Tosi. Accompagnata da un educatore, la scorsa settimana la donna ha visitato la sezione femminile e l'asilo nido del penitenziario. Lo rivela L'Osapp, Organizzazione Sindacale Autonoma di Polizia Penitenziaria, secondo cui la presenza dell'ex detenuta ha fatto insorgere le agenti penitenziarie.
    "Il carcere di Torino - ricorda il segretario generale del sindacato, Leo Beneduci - è intitolato a Giuseppe Lorusso, agente penitenziario ucciso in un agguato, nel 1979, proprio da Prima Linea. Certo i tempi cambiano e se lo scopo della pena è reinserire produttivamente nella società civile chi ha commesso un reato, ciò deve valere anche per i terroristi. Ma forse, e non si tratta di incapacità di perdono, un limite prima o poi occorre che qualcuno lo metta". "La Tosi, come molti altri, ha completato il suo percorso di reintegro nella società", fa notare la direzione del carcere.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA