Siria: Papa, ogni sforzo per negoziato

'Rattristato' per terremoto Taiwan, vicino a famiglie vittime

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 7 FEB - Il Papa, per "la amata Siria" fa "appello alla Comunità internazionale affinché non risparmi alcuno sforzo per portare con urgenza al tavolo del negoziato le parti in causa. Solo una soluzione politica del conflitto - ha affermato dopo l'Angelus - sarà capace di garantire un futuro di riconciliazione e di pace a quel caro e martoriato Paese". Un pensiero, oggi, anche a Taiwan, colpita dal terremoto: "rattristato" dalla notizia - si legge in un messaggio di cordoglio pubblicato in nome di papa Bergoglio dal segretario di Stato, Pietro Parolin, invia "condoglianze nella preghiera" "alle famiglie delle persone ferite e decedute come anche ai soccorritori e alle autorità". Prima di concludere l'Angelus ha poi ricordato il suo imminente viaggio in Messico e l'incontro con il Patriarca Kyrill, chiedendo ai fedeli di accompagnarlo con la preghiera.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA