Morti Lugo, sentenza prevista l'11/3

Ex infermiera accusata omicidio paziente con iniezione potassio

(ANSA) - RAVENNA, 5 FEB - Nessuna integrazione peritale e camera di consiglio per la sentenza fissata per l'11 marzo dopo le eventuali repliche. Si è chiusa così nel pomeriggio la fase istruttoria del processo che davanti alla Corte d'Assise di Ravenna vede l'ex infermiera Daniela Poggiali, 43 anni, accusata di avere ucciso una sua paziente 78enne con una iniezione letale di potassio la mattina dell'8 aprile 2014 mentre la donna era ricoverata all'ospedale 'Umberto I' di Lugo, nel Ravennate.
    Gli ultimi tre testi della difesa a parlare sono stati una giovane infermiera del medesimo ospedale, un ispettore capo del Commissariato lughese e Luigi Conficconi, da 17 anni fidanzato convivente della Poggiali.
    La requisitoria del Pm titolare Angela Scorza è stata fissata per il 26 febbraio; a seguire parleranno i legali delle parti civili (i due figli della paziente morta, l'Ausl Romagna e il collegio provinciale degli infermieri) e, il venerdì successivo, l'avvocato della difesa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA