Giubileo: casa profughi in dono al Papa

Oggi la simbolica consegna in una udienza privata dal Pontefice

(ANSA) - BARI, 5 FEB - Si chiamerà "Casa Papa Francesco.
    Padre Pio per le famiglie dei migranti", sarà realizzata a San Giovanni Rotondo e offrirà ospitalità a cinque famiglie di profughi senza fissa dimora che ne avranno bisogno. E' il dono che, idealmente, i Frati Minori Cappuccini della Provincia religiosa di sant'Angelo e Padre Pio hanno voluto fare al Papa come segno concreto "per ricordare l'onore che egli ha riservato al loro santo Confratello, scegliendolo come modello di misericordia". La simbolica consegna del dono è avvenuta questa mattina, nel corso di un'udienza privata concessa dal Pontefice, nella sua biblioteca privata, al ministro provinciale, fr.Francesco Colacelli, accompagnato dal guardiano del Convento di San Giovanni Rotondo fr.Francesco Langi, dal rettore del Santuario fr,.Francesco Dileo e dal ministro della Provincia romana dei cappuccini, fr.Gianfranco Palmisani. Colacelli ha donato al Papa la chiave dell'immobile, struttura di proprietà dei frati, annessa alla Chiesa di San Francesco d'Assisi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA