Uccise uomo per pensione, nuovo arresto

Giovane sardo ha obbligato un altro vecchio a consegnargli soldi

(ANSA) - ORISTANO, 4 FEB - Nel 2004 era stato condannato a 11 anni di carcere per l'omicidio di un compaesano di 67 anni che si era rifiutato di consegnargli la pensione. Ne ha scontato solo sei, ma due giorni fa è stato di nuovo arrestato dai carabinieri mentre si faceva consegnare da un vicino di casa, di 75 anni, quasi l'intera pensione di 620 euro che aveva appena ritirato. E' accaduto a Pau, un paesino di 400 abitanti in provincia di Oristano. L'arrestato si chiama Davide Floris e ha 31 anni.
    Ne aveva appena compiuti 18 quando assieme a due minorenni aveva ucciso senza pietà buttandolo dentro un pozzo il compaesano Giovanni Turnu. Martedì scorso i militari della Stazione di Ales e della compagnia di Mogoro sono entrati in azione dopo la denuncia della vittima che, ormai, viveva nel terrore e aveva perfino paura di rientrare a casa per non incontrare Floris che dal febbraio 2015 lo perseguitava costringendolo a versagli una fetta sempre più alta della sua pensione.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA