Rapinatore ucciso:Stacchio, 'lo rifarei'

'Difendere commessa intrappolata per me è stato un dovere'

(ANSA) - VICENZA, 3 FEB - "In quest'anno molti mi hanno chiesto se lo rifarei. E oggi posso dire che si', lo rifarei immediatamente, perché difendere quella giovane che era intrappolata nella gioielleria lo considero come un dovere.
    Altrimenti che futuro possiamo consegnare ai nostri figli?".
    Così Graziano Stacchio, il benzinaio di Nanto (Vicenza) che sparò, uccidendo un malvivente, durante un tentativo di rapina il 3 febbraio 2015, commenta l'intenzione espressa dal Procura di Vicenza di chiedere per lui l'archiviazione. Sullo sforzo per modificare la legge sulla legittima difesa, Stacchio ha aggiunto: "mi sono lasciato strumentalizzare da tutti, da destra e da sinistra, al fine di arrivare ad una modifica legislativa.
    Ma finora nulla è cambiato".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA