Agente commercio ucciso per 16 mila euro

Assassino non poteva restituirli all'agente commercio

(ANSA) - PADOVA, 3 FEB - C'è un debito di 16 mila euro all'origine dell'omicidio, avvenuto lunedì sera a Piombino Dese, di Ezio Sancovich, 62enne agente di commercio della Moncler. Era stato ucciso con tre colpi di Luger calibro 9 alla testa da Renato Rossi, un 67enne di Martellago (Venezia) con la passione delle armi, al culmine di una lite. L'ammissione è stata fatta di fronte ai carabinieri di Padova dallo stesso Rossi, al termine di un lungo interrogatorio durante il quale è caduto più volte in contraddizione. E' stato sottoposto a fermo con l'accusa di omicidio aggravato dalla premeditazione.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA