Mafia: Capaci bis, appello a rischio

Giudice popolare indagato si dimette,processo potrebbe azzerarsi

(ANSA) - CALTANISSETTA, 2 FEB - Un giudice popolare è indagato per peculato e il processo bis d'appello per la strage di Capaci rischia di saltare. Il giudice popolare della corte d'assise d'appello nissena infatti si è dimesso. Non vi sono altri giudici popolari supplenti. I rimanenti nelle precedenti udienze avevano rinunciato all'incarico per motivi personali o di salute. La presidente della corte d'assise d'appello Maria Giovanna Romeo ha emesso un'ordinanza fuori udienza per comunicare che non c'è più il numero regolare di sei giudici popolari per comporre la corte e quindi ora dovranno essere sorteggiati i nuovi giudici popolari. La questione sarà esaminata nella prossima udienza del processo, fissata per il 24 febbraio. Se le parti daranno il consenso a rinnovare gli atti, cioè a ritenere valida l'attività svolta con la vecchia composizione, il processo andrà avanti regolarmente, altrimenti si dovrà ricominciare daccapo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA