Ucciso a Mamoiada: 18 anni all'amico

Ritenuto il killer, complice condannato per favoreggiamento

(ANSA) - NUORO, 1 FEB - Si è concluso con una condanna a diciotto anni di carcere per Marcello Gungui e a un anno e otto mesi per Antonio Deiana il processo con rito abbreviato per l'omicidio di Danilo Sella, il giovane di 23 anni di Mamoiada ucciso il 18 dicembre 2008 nelle campagne del paese per ragioni che nemmeno il dibattimento è riuscito a chiarire. Per il Gup Claudio Cozzella che ha pronunciato la sentenza questo pomeriggio nel tribunale di Nuoro, Gungui, 29enne compaesano e amico fraterno della vittima, è l'esecutore materiale del delitto, Deiana, che di anni ne ha 30, è stato invece condannato per favoreggiamento: avrebbe aiutato Gungui a disfarsi dell'arma. Riconosciuta una provvisionale alle parti civili: 100 mila euro alla madre di Sella, Francesca Piu, e 50 mila al fratello, Albino. Una sentenza che arriva a sette anni dall'omicidio, alla fine di un processo indiziario basato sull'uso delle intercettazioni, su sommarie informazioni e testimonianze. Gungui si è sempre dichiarato innocente.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA