Usura a un ristoratore, indagato Mesina

Nell'inchiesta Procura anche suo autista e un dirigente bancario

(ANSA) - SASSARI, 27 GEN - Al termine di una complessa indagine la Procura di Sassari ha formulato l'accusa di usura ed estorsione in concorso nei confronti dell'ex primula rossa del banditismo sardo, l'orgolese Graziano Mesina, del compaesano Giovanni Filindeu, di 38, suo autista, e di Gigi Meloni, di 49, di Sassari, che all'epoca dei fatti contestati dirigeva la filiale cittadina del Banco di Sardegna di via IV Novembre. A cadere nella loro rete sarebbe stato Marco Milia, conosciuto imprenditore nel settore della ristorazione, figlio dell' avvocato Dino, ex parlamentare e storico presidente della Dinamo, la squadra di basket in cui ha militato anche Sergio, fratello della vittima, ex assessore e consigliere regionale.
    Inchiesta del sostituto procuratore Corinna Carrara, e dei carabinieri del comando provinciale di Nuoro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA