Unioni civili: su Change.org raccolte le prime 86mila firme

Due petizioni su Unioni e Stepchild Adoption

Dopo l'inizio della discussione in Senato sul disegno di legge Cirinnà, testo che disciplina le coppie di fatto e le unioni civili, continuano a crescere le richieste della società civile che si è mobilitata su Change.org. Due finora le principali petizioni - a favore dell'approvazione della legge - con un totale di 86mila firme.

1) L’amore conta. Approviamo le #unionicivili in Italia. Lanciata dall'ex sindaco di Roma Ignazio Marino, chiede che il decreto legge venga approvato "definitivamente così com’è", senza modifiche. Spiega Marino: "In questo momento il problema di costituzionalità del ddl Cirinnà e la sua distinzione dall’istituto del matrimonio è già stato vagliato dalla Commissione Affari Costituzionali del Senato e ampiamente affrontato dalla Commissione Giustizia". "Le polemiche sono dunque prive di fondamento", aggiunge, "e rischiano solo di minare ancora una volta il diritto costituzionale di piena eguaglianza di cittadini oggi discriminati".
La campagna finora ha raggiunto e superato le 58mila firme. 
Il testo della petizione si trova a questo link: change.org/unioni

2) Approvare Unioni Civili con Stepchild Adoption RAPIDAMENTE
E' stata lanciata dall'associazione "Diritti Subito" e chiede l'approvazione del decreto senza modifiche, con l'inclusione della "stepchild adoption e non una sua qualunque riduzione frutto di inaccettabili compromessi al ribasso". Il testo completo della petizione, che a oggi ha superato le 28mila firme, si trova a questo link: https://www.change.org/p/approvare-unioni-civili-entro-fine-anno-con-stepchild-adoption-cos%C3%AC-come-promesso.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA