Proteste Ilva, agente si toglie casco

Poliziotta con tre figli, gesto istintivo dopo ore tensione

(ANSA) - ROMA, 27 GEN - "Togliermi il casco è stato un gesto istintivo, dopo lunghe ore di tensione con i manifestanti, disagio, fatica, c'è stata una pausa, un momento di distensione, è stato a quel punto che mi è venuto spontaneo sfilarmi il casco e avvicinarmi per parlare a quattrocchi con questi lavoratori messi a dura prova". Maria Teresa Canessa, funzionario di polizia in servizio di ordine pubblico oggi in piazza a Genova per la manifestazione degli operai dell'Ilva, racconta il gesto che l'ha fatta finire su tutti i siti. Genovese, 41 anni e tre figli gemelli di 7 anni, laureata in giurisprudenza stamattina era in piazza insieme ad altri 150 poliziotti di vari reparti.
    "L'aria in piazza era pesante e abbiamo dovuto chiudere una strada perchè i manifestanti non la bloccassero". "Ci sono stati momenti veramente duri - dice - e quando la tensione si è allentata mi è venuto istintivo togliermi il casco, così come altri si sono tolti dal viso le maschere antigas. A quel punto gli operai si sono avvicinati e mi hanno teso la mano.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA