Papa,Dio è contrario di chi fa guerre

Diventiamo capaci sentire gemito di dolore

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 27 GEN - "Dio non è indifferente, non distoglie mai lo sguardo dal dolore umano", "si prende cura dei poveri e di coloro che gridano la loro disperazione, ascolta e interviene per salvare suscitando uomini capaci di sentire il gemito della sofferenza e parlare in favore degli oppressi, e così comincia la storia" e la Alleanza con il popolo di Israele.
    Lo dice il Papa nell'udienza generale dinanzi ad oltre 9mila persona in piazza San Pietro. "Anche noi in questo anno della misericordia possiamo fare questo lavoro di essere mediatori di misericordia, per dare sollievo, per avvicinare, per fare unità: si possono fare tante cose buone". Dio, ha detto il Papa, "agisce sempre per salvare, è tutto il contrario dell'opera di quelli che agiscono per uccidere, per esempio quelli che fanno le guerre".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA