Pirata strada Lecce nega e chiede scusa

Davanti al Gip,'non volevo uccidere',confermata assunzione droga

(ANSA) - LECCE, 25 GEN - Ha negato tutto ed ha chiesto scusa alla famiglia della vittima Andrea Taurino, il pregiudicato 33enne di Trepuzzi, arrestato venerdì sera con l'accusa di omicidio volontario per aver deliberatamente investito due ciclisti sulla strada provinciale Casalabate-Squinzano, uccidendo uno e ferendo il secondo per poi fuggire senza prestare soccorso. L'uomo è stato ascoltato oggi a Lecce dal gip nell'ambito dell'interrogatorio di garanzia per la convalida dell'arresto.
    Ha detto di non aver intenzionalmente investito i ciclisti.
    Versione che contrasta con quella dei testimoni secondo cui l'automobilista avrebbe volutamente investito i due dopo un alterco per un sorpasso. Taurino avrebbe anche ammesso di fare ogni giorno uso di eroina, così come era avvenuto anche la mattina dell'incidente. Nel chiedere scusa alla famiglia della vittima, Franco Amati, si è detto consapevole che "questo non servirà a colmare il dolore dei familiari". La decisione del gip è attesa nel pomeriggio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA