Striscioni al 'don' dei cantanti Sanremo

Per trattenerlo, ma vescovo lo ha assegnato a altra parrocchia

(ANSA) - SANREMO (IMPERIA), 24 GEN - Striscioni alle facciate delle case, la chiesa di san Sebastiano piena, commozione hanno accompagnato l'ultima messa a Coldirodi di Sanremo di don Pasquale Traetta. Il 'don' dei cantanti, per aver svolto il ruolo di assistente spirituale al Festival per molti anni, è stato destinato dal vescovo Antonio Suetta alla parrocchia di Airole, in val Roja, nell'entroterra di Ventimiglia. Nonostante le proteste dei fedeli, che hanno fatto cortei per il centro di Sanremo e scritto una lettera al papa, il vescovo non ha cambiato idea. A salutare don Traetta anche la banda musicale.
    "Quello che ho dato in 25 anni, non è quanto ho da voi ricevuto. Vi sono grato e vi dico che quello che sono lo devo a voi, ma quello che siete lo dovete al Signore", ha detto don Traetta. Centinaia i fedeli hanno assistito alla celebrazione.
    "Don Traetta era riuscito ad amalgamare questa comunità, stringendo attorno a sé anche laici e musulmani e togliendo dalla strada i ragazzi. E' un dispetto", dicono.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA