Charamsa, bene manifestazioni unioni gay

Fece coming out vigilia Sinodo, chiede Paese "più cristiano"

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Krzysztof Charamsa, l'ex monsignore del Vaticano che alla vigilia del Sinodo sulla famiglia, fece 'coming out' e presentò al mondo il suo compagno, oggi torna a parlare per dare il suo sostegno alle manifestazioni in campo oggi in Italia per il riconoscimento dei diritti omosessuali.
    Emigrato in Spagna e sospeso dalle funzioni ecclesiastiche, in un video postato sui social Charamsa dice: "Mi identifico con i vostri profondi desideri umani, sono con voi per sostenere lo sviluppo della civiltà democratica". Rivolto ai promotori delle manifestazioni 'Svegliati Italia', aggiunge: "E' un dovere il riconoscimento dei diritti civili e umani anche delle persone omosessuali. Oggi siete nelle piazze per svegliare le menti e i cuori degli italiani".
    Per Charamsa occorre che l'Italia divenga "un Paese più cristiano, più capace di amore, di fraternità, di apertura, più capace di carità".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA