Concorde, 40 anni fa il sogno del jet più veloce

Uscito dai cieli nel 2003 dopo l'inevitabile declino iniziato con incidente del 2000

Il Concorde entrò ufficialmente in servizio il 21 gennaio 1976 sulle linee Parigi-Dakar-Rio de Janeiro e Londra-Bahrain.

Una storia prestigiosa finita nel dramma. Il 25 luglio del 2000, il volo Air France 4590 diretto da Parigi a New York, precipitò poco dopo il decollo schiantandosi a nord di Parigi. Morirono 113 persone.

Il primo volo del prototipo fu effettuato il 2 marzo 1969, mentre il 4 novembre 1970 il velivolo raggiunse per la prima volta Mach 2, diventando il secondo aereo commerciale a volare a tale velocità, dopo il sovietico Tupolev Tu-144.

Il 7 maggio 1971, il Concorde trasportò il Presidente della Repubblica Georges Pompidou.

Andato in pensione nel 2003, il suo declino inesorabile era iniziato nel luglio del 2000 dopo l'incidente di Parigi.

Il 10 aprile 2003 l'Air France e la British Airways annunciarono in contemporanea che avrebbero ritirato i Concorde entro la fine dell'anno, spiegando che le cause erano da imputare al basso numero di passeggeri a seguito dell'incidente del 2000, il calo nei viaggi aerei globali dopo gli attentati dell'11 settembre 2001 e l'aumento dei costi di manutenzione. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA