Confisca società Green Bar Riccione

Si tratta di uno dei locali più frequentati di viale Ceccarini

(ANSA) - RIMINI, 20 GEN - La società che gestiva il famoso Green Bar di viale Ceccarini a Riccione, definitivamente confiscata e affidata all'Agenzia dei beni confiscati alla criminalità. Si tratta di uno dei locali più frequentati del centro per cui il Tribunale di Rimini ha disposto la confisca della società di gestione sulla scorta dell'indagine del nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Rimini sul patrimonio di un 45enne di Napoli.
    L'imprenditore ha alle spalle una pena patteggiata per tentata estorsione e un'abitudine ad evadere le tasse, il che ha consentito l'applicazione delle misure di prevenzione previste dal nuovo codice antimafia. In sostanza, nel provvedimento è stato riaffermato il concetto che anche la pericolosità fiscale è sinonimo di pericolosità sociale e che la discrepanza tra reddito e patrimonio non può essere giustificata confessando condotte di evasione fiscale. Con il provvedimento, vengono confiscati oltre alla società del Bar, un appartamento e un garage nel centro di Riccione.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA