Clan Bari si esercita con Kalashnikov

Faida interna agli Strisciuglio. Sequestrato mitra, 2 arresti

(ANSA) - BARI, 20 GEN - Una faida interna al clan mafioso Strisciuglio di Bari, finalizzata al controllo del gruppo criminale da parte delle nuove leve, e la fibrillazione che caratterizza altri clan cittadini e che ha portato ad una rissa con un ferito nel carcere barese, sono i due episodi che "allarmano" la Dda di Bari. Sui due fatti, entrambi avvenuti poco più di una settimana fa, si sta concentrando l'attività degli investigatori nel tentativo di ricostruire equilibri ed alleanze, ormai estremamente frammentate, dei clan mafiosi baresi. Stando alle indagini, i 12 proiettili di kalashnikov trovati per terra al San Paolo sarebbero stati sparati il 9 gennaio durante una esercitazione per provare la funzionalità dell'arma. Ieri le forze di polizia hanno sequestrato un fucile mitragliatore AK 47 Kalashnikov - probabilmente proprio quello usato per l'esercitazione - in un'abitazione e hanno arrestato padre e figlio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA